0

Gallieno Ferri

Gallieno Ferri

Dopo aver esercitato la professione di geometra inizia la sua carriera come disegnatore creando per l’editore Giovanni De Leo Il fantasma verde e Piuma Rossa, firmandosi con lo pseudonimo di Fergal.

Dal 1949, disegna personalmente la prima serie di Maskar , successivamente lavora con il giornale a fumetti Il Vittorioso, e comincia a illustrare per il mercato francese le avventure dell’indiano Tom-Tom e della giubba rossa Thunder Jack.

Nel 1961 dà vita, insieme a Sergio Bonelli (che qui usa lo pseudonimo di Guido Nolitta), a Zagor, che diventerà uno dei personaggi di spicco della Sergio Bonelli Editore e su cui lavorerà ininterrottamente fino ad oggi, disegnando anche tutte le copertine. Ferri contribuirà anche alla sceneggiatura di alcuni dei primi episodi del personaggio. Nello stesso anno realizza anche, su testi di Gian Luigi Bonelli, due episodi della serie Giubbe Rosse. Nel 1975, sempre su testi di Nolitta, disegna la prima storia di Mister No di cui realizzerà anche le prime centoquindici copertine. Realizza inoltre le copertine degli speciali numero 9 e 10 del Comandante Mark e quella dell’albetto allegato allo speciale numero 9.

Nel 2009, a Roma, gli è stato assegnato il premio Romics d’Oro.

Con oltre ventimila tavole realizzate per Zagor, Ferri è il disegnatore che ha disegnato più pagine per un singolo personaggio nella storia della Sergio Bonelli Editore. È inoltre ad oggi il più prolifico disegnatore in assoluto della casa editrice.

Visualizzazione del risultato